Isole di calore

23.09.2015 17:40

Com’è noto, i refrigeratori per la climatizzazione e le Pompe di Calore in modalità raffrescamento estraggono calore dagli ambienti interni e lo cedono all’esterno attraverso un sistema di compressione e decompressione di un  fluido in un ciclo termodinamico chiamato ciclo frigorifero. Per fare funzionare il ciclo e sottrarre calore (o pompare calore) dal punto caldo del ciclo verso l’esterno occorre fornire lavoro sotto forma di energia elettrica.

Tanto più elevato è il valore di temperatura esterna, tanto maggiore sarà il lavoro che deve fare la macchina per cedere il calore.

Conseguentemente i consumi di energia elettrica ed i costi derivanti dal suo utilizzo, saranno particolarmente elevati nelle stagioni più calde.  

Tantopiù se le superfici esposte alla radiazione solare si surriscaldano creando le cosiddette isole di calore attorno alle macchine di condizionamento spesso installate, per motivi estetici e pratici, sulle coperture.

Una macchina installata su una copertura industriale ad esempio di guaina bituminosa, è costretta a lavorare con temperature più elevate a volte in condizioni estreme, peggiorando notevolmente la sua efficienza.

Una diminuzione di temperatura di 10-12°C, condizione abbastanza semplice da ottenere con un rivestimento cool roof, può portare ad un incremento dell’efficienza del 35-40%.

 

 

Indietro

 

 

Contatti

AzzeroEnergy
Italy

3665892166

In collaborazione con:

© 2016 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito gratisWebnode